Big Rocket: perché un razzo?

Case Study By - 1 Gennaio 2016

In tanti ci hanno chiesto perché il razzo come logo del brand. La risposta può essere semplicissima o complessa. La risposta semplice è: perché è figo! Quella complessa è un po’ più lunga.

Partiamo dall’analisi del sistema valoriale del brand. La squadra ha definito valori cardine dell’azienda e del brand:

Schema Valoriale Big Rocket

Definiti i valori chiave, abbiamo cercato una gamma di figure che potessero esprimere al meglio quei valori. Arrivare al razzo è stato piuttosto semplice a quel punto. Big Rocket è avanguardia, sperimentazione, scoperta di nuove frontiere comunicative, libertà espressiva. Cosa meglio di un razzo avrebbe potuto rappresentare queste idee?

Al logo dovevamo associare anche un pay-off, una frase che presentasse al meglio i nostri valori (dinamismo, viaggio-scoperta, libertà). Dopo varie proposte la scelta unanime è caduta su Change Perspective. Era una frase perfetta per una giovane start-up che si stava lanciando una grande sfida e l’obiettivo di raggiungere grandi traguardi. Change Perspective è perfetta per il cliente di Big Rocket che sa cosa aspettarsi quando viene a parlare con noi: cambiare prospettiva sulla comunicazione, abbandonare gli stilemi classici del fare pubblicità verso una rivoluzione di contenuti, modalità e piattaforme comunicative.

Campagna Marketing Change Perspective

Già, perché il cambio di prospettiva è una attitudine della mente, un istinto vitale verso il cambiamento che è vita, pura istanza creativa, voglia di non accontentarsi e raggiungere sempre nuovi traguardi. Così è nato il nostro logo, così è nato il brand name, così lo story telling di Big Rocket che racconta storie comuni in cui il cambio di prospettiva non è altro che un nuovo punto di vista, possibilmente migliore, sul quotidiano.

Stiamo scaldando i motori e siamo pronti ad esplorare nuovi mondi. Abbandonando la paura, con sguardo fiducioso verso domani. Chi sale con noi sul razzo?

Buon viaggio a tutti!

Tag:, , , ,

Ti è piaciuto questo articolo?

Condividilo sui social!
Fai sentire la tua voce!