Chi è il Brand Designer?

Lettera aperta dai Brand Designer di Big Rocket a te, che hai in mano il destino del tuo brand.

Ciao siamo Laura e Sara, brand designer di Big Rocket.

Il nostro scopo in qualità di Brand Designer è quello di portare un'idea di business primitiva alla sua massima e completa realizzazione nel mondo, rendendola esponenzialmente più efficace implementandola anno dopo anno affinché possa non spegnersi mai.

Non si tratta solo di dare vita a qualcosa, ma di creare un mondo solido e coerente attorno al brand, affinché questo possa durare nel tempo.

Il brand non è un semplice segno grafico.

Il brand è una identità, e come tutte le identità è vivo, dinamico, nasce, cresce, si sviluppa e infine muore.

Il nostro scopo è quello di far prosperare queste identità nel mercato per più tempo possibile, ma per farlo abbiamo bisogno del tuo aiuto perché il suo destino è nelle tue mani.

"L'arte del marketing consiste nella creazione di un brand.
Se non sei un brand sei merce."

Philip Kotler

La coerenza di identità è tutto.

Conosci "Metamorfosi" di Kafka? Se non l'hai letto lo riassumiamo in 3 righe.

Gregor Samsa è un ragazzo come tanti.
Una sera va a dormire, come ogni altra sera della sua vita.
Il giorno dopo si sveglia nel corpo di uno scarafaggio gigante.

Per quanto la metafora possa essere provocatoria, è esattamente quello che abbiamo visto succedere a molti dei brand che abbiamo progettato in passato.

Impieghiamo mesi per creare il brand perfetto e tutto ciò che ruota attorno ad esso.

  • Identità visiva
  • Tono di voce
  • Relazione con il target
  • Cultura e storie del brand
  • Mondo della marca
  • Immagine proiettata nel mercato
  • Immagine riflessa (status) di chi sceglie il brand

Grazie alla profonda conoscenza delle strategie di branding, tutto è studiato nei minimi dettagli e con cura maniacale per poter fornire ai brand che progettiamo le stesse possibilità di azione dei più grandi brand di successo che ti possono venire in mente.

Poi il dramma.

Arriva il grafico "Kafka" di turno e trasforma il brand in un enorme scarafaggio, irriconoscibile, privato di tutta la sua coerenza e con un'identità deturpata.

Il lavoro di mesi - a volte anni - distrutto così, in pochi minuti.

Per carità, non lo fa con nessuna cattiveria, ma un generico grafico non ha studiato brand positioning o brand management.

Nella migliore delle ipotesi ha fatto qualche corso di Illustrator o Indesign e si considera una sorta di artista kafkiano.

Problema: nei corsi di grafica non si parla MAI di identità del brand.

Fai un semplice test se non ci credi. Solo 3 semplici domande da fare a un grafico qualsiasi che conosci. Prova a chiedergli:

  1. Mi descrivi il “tono di voce” di un qualsiasi logo che hai disegnato?
  2. Qual è il sistema di credenze del target a cui si rivolge e il suo sitema culturale di riferimento?
  3. Quali sono le caratteristiche del mondo della marca che il brand deve creare?

Se per caso balbetta non ti preoccupare, è normale: lui ha studiato grafica non brand design e brand management. Chiedigli piuttosto di farti vedere come si fa lo scontorno dei capelli in una foto.

Scusa la nostra franchezza, non abbiamo nulla contro i grafici, ma è di vitale importanza per il destino del tuo brand che tu capisca la distinzione tra grafico e brand designer.

Ora ti diciamo nella maniera più sintetica possibile qual è il "know how" che risiede dietro al lavoro invisibile di creazione di un brand e delle sue mille declinazioni che costituiscono il mondo della marca.

Know-how fondamentale: Concept

  • Conoscenza del cliente, del progetto, della visione.
  • Assunzione delle informazioni dell’analisi condotta dai Brand Master.
  • Collaborazione nella definizione del sistema valoriale e dei trigger (far capire le scelte stilistiche operate in relazione ai valori e ai trigger del target).
  • Ricerca e conoscenza profonda del settore di mercato in cui opera il cliente.
  • Individuazione della strada comunicativa da intraprendere e definizione di parametri per la costruzione della nuova identità visiva.
  • Definizione di un concept design e delle possibilità comunicative offerte dallo stesso in un contesto reale.
  • Presentazione al cliente di tutte le scelte teoriche di design formulate: rendiamo evidente come poter tradurre in immagini i valori, l’angolo di attacco e l’idea differenziante del business in questione.
  • Ascolto di tutte le osservazioni del cliente per poter finalizzare il concept.

Know-how fondamentale: Branding

  • Progettazione del brand sulla base del concept.
  • Ricerca e selezione dei collaboratori esterni per le esigenze realizzative del brand, individuate in fase di concept.
  • Fase di sketching e brainstorming.
  • Elaborazione del design.
  • Studio ed elaborazione del lettering (la componente denominativa del brand).
  • Studio ed elaborazione della palette colore (i colori del brand).
  • Studio ed elaborazione degli elementi grafici coordinati.
  • Reference visiva del brand attraverso la realizzazione di mock-up ipotetici, che aiutano il cliente a visualizzare il brand in un contesto reale.
  • Spiegazione dettagliata di tutte le scelte a livello di immagine, comunicazione ed experience.
  • Ascolto di tutte le osservazioni del cliente per poter finalizzare la brand identity.

Know-how fondamentale: Brand Implementation

  • Redazione di una “To Do List” che comprende tutte le prime declinazioni del brand in accordo con il cliente e sulla base delle prime strategie di marketing da mettere in atto.
  • Prima fase di progettazione delle Brand Implementation e valutazione delle diverse possibilità stilistiche in accordo con la brand identity.
  • Budgeting per la realizzazione e il completamento dei progetti della “To Do List”.
  • Ricerca e selezione di eventuali collaboratori per la realizzazione delle Brand Implementation (fotografi, altri designer specialisti, videomaker, architetti, ecc.).
  • Costanti briefing di allineamento con i collaboratori per il controllo qualità di tutte le implementazioni.
  • Costante aggiornamento del cliente sull’avanzamento dei lavori.
  • Contatto con fornitori terzi per la realizzazione operativa e gestione del budget in collaborazione con il cliente.
  • Scelta dei materiali e dei supporti di stampa in linea con il budget a disposizione.
  • Presentazione delle lavorazioni al cliente e definizione dei preventivi di stampa.
  • Finalizzazione e messa in stampa delle Brand Implementation.
  • Ricezione dei prodotti da parte del cliente e valutazione della qualità di stampa.

"È incredibile quanto lavoro e competenze siano necessari per rendere un brand unico.
Del resto l'unicità nel mercato non è per tutti."

Laura e Sara

Laura Zanotti

Brand Designer

Sara Zani

Brand Designer

Vuoi parlare della tua idea con un brand designer? Prenota una call strategica gratuita!

×