Una Perla per Big Rocket

Big Lessons By - 20 novembre 2018

L’importanza del capitale umano

Le perle sono preziosi regali della natura che derivano, nella maggior parte dei casi dai mari dell’Oceano Pacifico occidentale. Il colore più comune delle perle è il bianco, ma si possono trovare anche perle rosa, color crema, viola scuro, grigie e nere. Il valore delle perle però, non si distingue solo dal colore, ma anche dalla forma e dal lustro, in pratica la luce che riesce a riflettere. Che valore possiamo dare allora a una Perla per Big Rocket?

“Che strana premessa per un articolo di brand positioning”, vi starete chiedendo.

Mi presento e vi racconto un po’ la mia storia. Mi chiamo Perla e sono Brand Master di Big Rocket da poco più di 9 mesi. Ho alle spalle un percorso formativo importante: Laurea Specialistica con quasi il massimo dei voti, Master in Marketing e Comunicazione Digitale alla BBS di Bologna e un’esperienza di quasi 3 anni in una delle più grandi agenzie di marketing del turismo di Rimini. Lodevole, non lo nascondo, ma nonostante questo ricco bagaglio e un lavoro super stabile di cui non potevo certo lamentarmi, fino a qualche mese fa non ero al massimo della mia felicità.

C’era qualcosa che non mi tornava, che non mi completava al 100%.

“Stringi i denti, è solo un momento, sei solo oberata di lavoro”

Me lo ripetevo spesso, anche quando in realtà l’essere oberata di lavoro non era il problema principale. Mancava qualcosa, ma cosa? La domanda per un po’ di tempo non trovò risposta e rimase lì, sospesa…

Per caso, un giorno, incontrai Andrea, per molto conosciuto come Andrea di Big Rocket, in un aperitivo con amici in comune. Tra i tanti discorsi fatti, mi ha parlato di Big Rocket, l’azienda che con tanta fatica è riuscito a costruire investendo non tanto su risorse economiche ma bensì sul capitale umano. Energia, creatività e attitudine positiva sono le skills su cui si è focalizzato dando vita ad un team così diverso ma caratterizzato da un forte lavoro di squadra ed orientato ad obiettivi condivisi.

Io gli parlai di me, ma in quel momento laurea, voti, master vennero completamente annebbiati da sogni nel cassetto, voglia di buttarsi a capofitto in percorsi nuovi e superare i propri limiti. Il mio gap sul brand positioning era evidente, avevo solo qualche nozione di università e nulla più ma una cosa era altrettanto evidente: la mia determinazione, la mia capacità di lavorare in team, la mia infinita curiosità ed eterna positività nel vedere sempre il bicchiere mezzo pieno e non mezzo vuoto.

Ricordo un paio d’ore intense di chiacchiere che si conclusero con un “E’ stato un piacere, ci vediamo alla prossima”. Classiche frasi di circostanza che spesso rimangono legate semplicemente a uno spritz con amici in uno dei tanti bar di Rimini.

Nei giorni seguenti, non ricordo chi ha cercato chi, ma ricordo solo che davanti ad un altro aperitivo io e Andrea ci siamo detti “Lavoriamo insieme, è la cosa giusta”.

Il mio infinito entusiasmo fu placato subito dalla domanda: “Sì ok, ma cosa so di Brand Positioning?”.

Il buio di quel momento sparì subito con le parole di Andrea: “Tu non puoi che portare valore aggiunto alla mia azienda. Certo dovrai studiare e formarti tanto, ma la tua intelligenza emotiva non la impari in nessun libro. Ce l’hai e basta!

A distanza di qualche mese, sono un Brand Master di Big Rocket che gestisce in completa autonomia il rapporto con più di 10 clienti, ognuno con le sue peculiarità, con i suoi pregi e i suoi difetti. Ho un mare di cose ancora da imparare e tante sfide da affrontare ogni giorno, ma non potete capire quanto la mia soddisfazione professionale ma soprattutto personale sia alle stelle.

Tutto questo per dirvi che…

Tutto il resto si apprende! Basta solo volerlo!

E voi, che valore date a una Perla per Big Rocket?

Tag:

Ti è piaciuto questo articolo?

Condividilo sui social!
Fai sentire la tua voce!