Microsoft abbandona il supporto ad Internet Explorer 8, 9 e 10

Web By - 11 gennaio 2016

Microsoft ha appena comunicato sul suo sito ufficiale che dal 12 gennaio 2016 soltanto Internet Explorer 11 godrà di aggiornamenti e supporto tecnico, invitando caldamente gli utenti delle versioni precedenti (IE 8, IE 9 e IE 10 in primis) ad aggiornare il proprio browser.

Cosa vuol dire termine del supporto

Non è un segreto che i browser che usiamo per navigare su internet possano contenere delle vulnerabilità, periodicamente prese di mira da aziende e soggetti spregiudicati con finalità fraudolente: per questo motivo i produttori forniscono periodicamente dei pacchetti di aggiornamento che devono essere installati per turare le falle e proteggersi dagli attacchi.

Quando la programmazione di siti internet si arricchisce con nuovi standard e funzionalità, i produttori di browser rilasciano delle nuove versioni che integrano tutte le caratteristiche, allo scopo di migliorare l’esperienza di navigazione per gli utenti. Nel momento in cui le versioni precedenti diventano decisamente obsolete e tenerle in circolazione compromette la qualità della navigazione, il produttore arresta la fornitura di aggiornamenti e dà fine al ciclo di vita del modello.

Rischi e soluzioni al termine del supporto

A questo punto continuare ad utilizzare un vecchio browser significa essere completamente esposti agli attacchi informatici, in quanto i malintenzionati conoscono le falle non turate e le mirano appositamente. Cosa fare per non incorrere in questi rischi? Aggiornare subito Internet Explorer! Ѐ facile immaginare cosa state borbottando in questo momento: usate già Internet Explorer 11, o ancora più probabilmente usate un altro browser. Le statistiche mostrano chiaramente come l’utilizzo di questo programma di navigazione sia in caduta libera.

grafico dei browser più usati al mondo negli ultimi 5 anni Dal 2012 Internet Explorer ha perso la leadership nel mercato dei browser a favore di Chrome e Safari. Fonte: gs.statcounter.com

Aggiornare Internet Explorer in azienda

Il discorso non è così semplice all’interno di un sistema aziendale. In una grande azienda il problema può andare ben oltre il disagio di sospendere l’utilizzo dei terminali per qualche minuto: molti software gestionali si appoggiano a specifici browser e sistemi operativi che, se aggiornati, possono comprometterne l’utilizzo. Ѐ il motivo per il quale nel 2014 Microsoft ha dovuto posticipare di 12 mesi la dismissione del sistema operativo Windows XP: alcuni governi nazionali hanno pagato direttamente la casa di sviluppo per preservare il funzionamento di milioni di computer non aggiornati.

Questa volta Microsoft interviene con una serie di misure volte ad agevolare il passaggio, o quantomeno a limitare i danni: le imprese che temono problemi di compatibilità possono rivolgersi a un partner Microsoft Certificato per ottenere strumenti tecnici e programmi di migrazione. Alternativamente, Microsoft sta mettendo a punto la modalità Enterprise per Internet Explorer 11, che permette di utilizzare applicazioni web progettate per versioni precedenti di IE grazie ad una elevata compatibilità.

Per gli imprenditori più taccagni che proprio non vogliono investire in un nuovo software gestionale.

Tag:, , ,

Ti è piaciuto questo articolo?

Condividilo sui social!
Fai sentire la tua voce!